Il Golfo dei Poeti (2018)

di Claudia Pampinella e Daniele Cini
Regia: Claudia Pampinella
durata. 25’:28’’
Prossimamente in onda su Rai 3 Geo

SINOSSI

C’è un tratto di costa, vicino alla città di La Spezia, in cui la mitezza del clima e la bellezza dei villaggi ha attratto poeti e scrittori in varie epoche del passato.
Un mondo che ruota attorno alle attività del mare, come nella scuola di vela diretta da Davide, una disciplina che per lui è come un orientamento di vita.
C’è anche chi, come Michele e Daniele, maestri d’ascia ai cantieri Valdettari, sul lato opposto del golfo, alle Grazie di Portovenere, è riuscito a restaurare vascelli, panfili e barche d’epoca di inestimabile valore, con la creatività e l’abilità di chi ama il proprio mestiere.
Il centro del Golfo dei Poeti c’è la città di Lerici, dove, sotto il Castello Monumentale, Roberta e Riccardo si dedicano alla realizzazione dei tradizionali zoccoli dei pescatori.
Quelli che per anni indossava Tore, che assieme al figlio parte ogni mattina all’alba per la pesca e che incontriamo sul molo a riparare le reti, parlando dei tempi in cui la pesca, per i lericini, era un “pozzo di San Patrizio”.
Eppure, anche se i tempi sono cambiati, il golfo è ancora considerato Bandiera Blu, nonostante la vicinanza con una città industriale come La Spezia.
Qui Eugenio e Paolo, allevano mitili di grande qualità e sono riusciti persino a rendere competitive le loro ostriche con quelle francesi, rinnovando una tradizione locale da tempo dimenticata.
Se Eugenio ha valorizzato le ostriche, Franco, che qui tutti chiamano “biscotto” è riuscito a trasformare i panini che faceva nel suo bar di Solaro, una frazione di Lerici, in un piatto gourmet, acclamato perfino da Slow food.
E inoltrandosi per i villaggi dell’entroterra, frequentati, come Montemarcello, da gente come Bocca, Montanelli e Soldati, arriviamo fino al porticciolo di Tellaro, l’angolo più estremo del Golfo dei Poeti.
Poeti come Shelley e Byron, che rivivono in ville settecentesche dai giardini lussureggianti, come a Villa Marigola, che domina una delle più belle vedute di questo golfo, un vero ristoro dell’anima.

GALLERIA